Reading:
Lean thinking per autosaloni digitali
Image

Lean thinking per autosaloni digitali

14 Ottobre 2021

I valori del lean thinking sono nati nel sistema di produzione di Toyota degli anni Cinquanta e sono ancora oggi interessanti per lo sviluppo strategico degli autosaloni digitali. È possibile metterli in pratica se sei un concessionario o un rivenditore di veicoli? In questo articolo parliamo di digital transformation per l’automotive e lean thinking.

Cosa significa lean thinking?

Il lean thinking è stato originariamente inventato da Sakichi Toyoda, Kiichirō Toyoda e Taiichi Ōno negli anni tra il 1948 e il 1975 in Giappone. Questa forma di pensiero è stata meglio definita da John Krafcik in un articolo del 1988 intitolato Triumph of the lean production system. Questo modo di pensare viene solitamente contrapposto alla produzione di massa sviluppata da Henry Ford e Alfred Sloan. Quindi, dal Giappone al contesto americano, il pensiero lean si è evoluto in lean thinking, ispirando diversi modelli di business applicati in tutti i mercati, non solamente in ambito Automotive.

Quando si tratta di stabilire quali siano le strategie più efficaci per far funzionare non solo la produzione di veicoli per il mercato Automotive ma anche tutto il resto della filiera è impossibile prescindere dal lean thinking. L’obiettivo di questa filosofia aziendale è ridurre gli sprechi fino a eliminarli, mirando alla qualità che genera lo scambio di valore tra il produttore, il cliente e gli intermediari.

Automotive Talent Loop 2
Automotive Talent Loop 2

Lean thinking per autosaloni digitali in 3 obiettivi

Una concessionaria o un rivenditore di veicoli possono sfruttare il lean thinking per definire tre obiettivi del proprio business:

  1. massima qualità
  2. riduzione degli sprechi
  3. immediatezza di contatto

Questi tre ingredienti del successo mettono al centro delle strategie adottate dagli autosaloni i clienti e la loro soddisfazione.

Tutto quello che non soddisfa il cliente viene considerato uno spreco ed è da evitare.

Un servizio alla ricerca della perfezione

In giapponese la spinta verso il miglioramento continuo si dice kaizen. Questa celebre parola del lean thinking incoraggia ogni persona ad apportare ogni giorno piccoli cambiamenti nel proprio lavoro il cui effetto complessivo diventa un processo di selezione e miglioramento dell’intera organizzazione.

La ricerca della perfezione è una spinta che coinvolge tutto il team di un autosalone e non può essere appannaggio del solo titolare. Per mettere in circolo questa visione del lavoro è sufficiente porsi queste domande:

  • Quali sono le attività che generano valore per il tuo cliente, per le quali è disposto a pagare?
  • Quali sono le attività che ti aiutano a ottenere la soddisfazione del tuo cliente nel modo più efficiente?
  • In quali aspetti del tuo flusso del valore si concentrano i maggiori sprechi di risorse? Come puoi far fluire meglio questi ingorghi?

Ogni cliente soddisfatto è un cliente che consiglia ai propri contatti il tuo autosalone. E il passaparola, si sa, è lo strumento di marketing più potente.

Piramide dell’Innovazione
Piramide dell’Innovazione

Riduzione degli sprechi: i 7 muda del lean thinking

In giapponese ogni forma di spreco viene chiamata muda. Nell’ambito del Toyota Production System vengono elencati 7 muda, o sprechi, che devono essere costantemente perfezionati:

  1. le attività costose che non producono alcun valore per il cliente
  2. il disordine e la disorganizzazione
  3. i difetti e la ripetizione delle stesse operazioni
  4. le scorte che finiscono per accumularsi senza motivo
  5. gli eccessi rispetto a quanto già soddisfa il cliente
  6. le attese che sprecano l’utilizzo efficiente del tempo
  7. gli spostamenti non necessari

Tra tutti gli sprechi elencati, l’attesa è il muda più sensibile nell’era digitale. I clienti, infatti, sono abituati a interagire con una rapidità che ha accorciato i tempi che separavano tradizionalmente i dealer dal loro pubblico di riferimento.

Per un autosalone che vuole vendere veicoli online è necessario evitare le attese, perché i clienti che acquistano online si aspettano di essere subito contattati e di gestire sia le richieste di informazioni, sia gli acquisti in tempi rapidissimi.

La ricerca della strada più breve per contattarti

La presenza online di un dealer automotive deve essere la priorità per chi investe in un modello di business digitale. Sempre più clienti sono disposti ad acquistare il prossimo veicolo senza passare fisicamente in autosalone: l’era dell’e-commerce automotive è già cominciata.

Il lean thinking insegna che l’immediatezza di contatto è imprescindibile per il successo di ogni business. Le vie di comunicazione non devono solo essere facili da utilizzare, ma devono anche essere costantemente presidiate.

Mettere al centro il cliente adottando una logica lean

Mettere il cliente al centro è un modello di business entrato in voga negli ultimi anni in tutti i mercati, non solo quello Automotive. Tale modello nasce dal progressivo avvicinamento di clienti e aziende, una conseguenza naturale delle nuove tecnologie digitali.

Anche gli autosaloni devono quindi riorganizzarsi, perché acquisire passivamente i cambiamenti digitali non è sufficiente. Per fare la differenza in questo cambiamento è necessario ridefinire obiettivi, attività e tecnologie.

Scopri i corsi di GA Academy
Scopri i corsi di GA Academy

Related Stories

5 Luglio 2021

Archetipi Automotive: vendere auto con le personalità di Jung

Archetipi Automotive: scopri come vendere auto sfruttando le personalità del cliente indicate dallo studio degli archetipi di Jung

Come attirare nuovi lead in concessionaria TOFU Automotive
24 Gennaio 2022

Come attirare nuovi lead in concessionaria? TOFU Automotive

Vuoi attirare nuovi lead per il tuo autosalone? Scopri le tattiche per raccogliere contatti interessati ai tuoi veicoli leggendo questo articolo.

GestionaleDealer il software completo per dealer Automotive
26 Luglio 2021

GestionaleDealer: il software completo per dealer Automotive

Con GestionaleDealer le strategie marketing per concessionarie e rivenditori di veicoli sono più facili da gestire. Si tratta, infatti, di un concentrato di tecnologia che offre tutto il necessario per fare pubblicità con i tuoi annunci, vendere veicoli online e gestire le trattative.

Arrow-up